Ospitalità

Ospiti in un’atmosfera familiare dove la cucina è tradizione…

I locali dell’agriturismo sono stati ricavati dalla ristrutturazione della vecchia stalla. Al pian terreno c’è un’ampia stanza che può ospitare 60 persone, una zona relax ed una piccola libreria.

Il menù tipico è a base di oca ed anatra e varia a seconda della stagione e della richiesta. Inoltre, oltre ai tradizionali vini locali, viene servito il “Vin di uchì“, un uvaggio ottenuto da vitigni autoctoni.


Al primo piano sono presenti cinque camere, quattro doppie ed una singola, arredate in modo diverso ognuna con il proprio bagno, dalle cui finestre si può ammirare uno stupendo panorama della campagna circostante e dei monti poco distanti.

Nelle vicinanze ci sono i borghi storici di Valvasone e di Spilimbergo, quest’ultima conosciuta anche per la scuola di mosaicisti; il museo della civiltà contadina di Pozzo di San Giorgio della Richinvelda, il cippo commemorativo del beato Bertrando di S. Genesio e la chiesetta di San Nicolò. Inoltre per gli appassionati della natura, i magredi del Cellina e del Meduna sono un ambiente unico, perché nonostante le sfavorevoli condizioni pedoclimatiche, questi luoghi ospitano un’eccezionale varietà di specie vegetali ed animali, alcune rare.

I commenti sono chiusi.